Caduta denti da latte: quando e cosa fare?

caduta denti da latte

Caduta denti da latte: quando e cosa fare?

I bambini aspettano questo momento per mettere il loro dentino sotto il cuscino ed aspettare che passi la fatina… Sì, stiamo parlando della caduta dei denti da latte!

Un evento che si verifica quasi inaspettatamente ma, allo stesso tempo, molto importante per la futura crescita dei denti permanenti.

Leggi il nostro articolo per saperne di più!

A che età cadono i denti da latte?

La caduta dei denti da latte è un evento fisiologico che avviene intorno ai 6 anni. In questo modo, è possibile lasciare ai denti permanenti lo spazio necessario per crescere. Il processo di sostituzione viene chiamato permuta.

In media, le età di caduta dei denti sono:

  • incisivi centrali: 6-8 anni;
  • incisivi laterali: 7-9 anni;
  • canici: 9-12 anni;
  • primi molari: 10-12 anni;
  • secondi molari: 10-13 anni.

Quali sono i sintomi della caduta dei denti da latte?

caduta denti da latte

Generalmente, la caduta dei denti da latte non causa dolore al piccolo. Solo nei casi in cui il dente rimane a lungo legato alla gengiva il piccolo potrebbe percepire fastidio.

Un sintomo che si manifesta con più frequenza è l’infiammazione delle gengive, che potrebbero gonfiarsi. Questa è causata dal cambiamento che sta avvenendo all’interno del cavo orale. Nei giorni antecedenti la caduta del dente, il bambino potrà manifestare qualche fastidio che potrà essere alleviato con l’utilizzo del paracetamolo, previa prescrizione medica.

Se la caduta avviene prima o dopo l’età prevista…

 

Può capitare che la caduta dei denti da latte non rispetti l’età media. Questo accade generalmente quando sono in atto processi traumatici o patologie come la carie, che anticipano la caduta del dente. La caduta precoce potrebbe avere effetti negativi, ossia causare problemi di allineamento delle arcate nel bambino.

Al contrario, possiamo assistere alla caduta posticipata, che potrebbe:

  • ostacolare il corretto sviluppo dei denti permanenti;
  • favorire l’insorgere di infiammazioni e patologie che potrebbero provocare la crescita di un dente permanente macchiato.

 

Per aiutare il dente nella caduta, è possibile incoraggiare il bambino a muoverlo in maniera delicata. Se la caduta del dente ritarda, non è necessario preoccuparsi perché ogni bambino ha i suoi tempo ma, nel caso in cui la situazione persista, sarà necessario ricorrere chirurgicamente.

Qualche consiglio naturale

 

I piccoli bambini che stanno attraversando la il periodo della caduta dei denti, possono trovare sollievo con delle soluzioni naturali.

  1. Impacchi freddi.
  2. Sciacqui di sale.
  3. Tisane di malva.
  4. Gel all’aloe vera.

Un consiglio importante è evitare i cibi troppo zuccherati perché potrebbe aumentare l’infiammazione gengivale.

 

Conclusione

 

L’igiene orale è l’arma vincente anche per i più piccoli: in questo modo sarà possibile rendere il processo della caduta dei denti il più naturale possibile e farlo accadere nei tempi adeguati.

Per maggiori informazioni non esitate a contattare lo Studio Cemisa!

No Comments

Post A Comment